30.10.2020
Giocampus arriva al parlamento europeo

La lotta all’obesità infantile e, più generale, l’educazione all’adozione di corretti stili di vita rappresentano, sin dal principio, il cuore scientifico pulsante dell’intero progetto Giocampus. Un obiettivo, quella della salute e del benessere delle nuove generazioni, che durante questi venti anni di attività di Giocampus ha visto sviluppare attorno a sé ricerche scientifiche, indirizzi di studio, metodologie didattiche e, soprattutto, un forte impegno e un grande senso di responsabilità di un territorio che, tanto in ambito pubblico quanto in quello privato, ha deciso di investire capitali ed idee su queste tematiche. Il tema dell’obesità infantile non è infatti solo una discussione di ambito medico, ma è, innanzitutto, uno dei punti focali sui quali costruire un futuro più sano, più “a misura d’uomo” e sostenibile. L’impatto sociale dei problemi legati ad una errata cultura degli stili di vita, tanto in termini di costi per il sistema sanitario nazionale, quanto per la costruzione di un tessuto che possa realmente accompagnare ed aiutare tutti i soggetti a costruire un futuro migliore, è oggi giorno altissimo e il progetto Giocampus sta mettendo in campo tutte le sue armi migliori per cercare di migliorare questa situazione. Ed è di questo che la Prof.ssa Francesca Scazzina, docente del Dipartimento di Scienze degli Alimenti e del Farmaco dell’Università di Parma ha avuto l’onere e l’onore di parlare al webinar organizzato dalla Norwegian University of Science and Technology in collaborazione con il parlamento europeo intitolato “Un percorso sostenibile per combattere l’obesità infantile”, che ha visto la presenza della parlamentare europea On. Moretti e del capo dell’unità “Food information and composition” della Commissione europea, Dott.ssa Alexandra Nikolakopoulou. La Prof.ssa Scazzina ha presentato Giocampus nella sua interezza, illustrando le diverse fasi del progetto e sottolineando come i pilastri educativi del progetto, ovvero l’educazione motoria, alimentare, alla sostenibilità e all’inclusione coincidano perfettamente con le linee guida dell’organizzazione mondiale della sanità riguardo l’educazione ai corretti stili di vita. Forte è stato l’interesse dei partecipanti nel conoscere gli aspetti specifici delle modalità educative del progetto (il cosiddetto endutaiment) e nell’apprendere come tutte le scelte e gli indirizzi di studio e di attività messi in campo dal mondo Giocampus siano supportati e validati da un comitato scientifico multidisciplinare. Ma è stato senza dubbio il fortissimo connubio tra il pubblico e il privato che si compenetrano nel concetto di Alleanza Educativa che ha catalizzato l’attenzione e la discussione degli addetti ai lavori che, una volta terminata la presentazione dal caso di studio, dei numeri, delle pubblicazioni scientifiche e della storia del progetto, hanno riconosciuto in Giocampus un’istanza fondamentale negli asset sociali, educativi, scientifici e di salute pubblica di una comunità contemporanea, portandolo ad esempio come risposta precisa e completa al Goal n° 3 dello progetto di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite (ensure healthy lives and promote wellbeing at all ages), con lo scopo finale di promuovere il benessere nei giovani per ridurre il rischio di malattie cronico educative in età adulta. L’Alleanza Educativa di Giocampus aggiunge quindi un altro tassello nella ricerca continua della qualità delle proprie proposte, grazie al lavoro incessante del proprio staff scientifico e al sempre presente sostengo dei tanti partner che giorno dopo giorno si adoperano per diffondere sempre più la cultura del benessere e dei corretti stili di vita.

Segreteria Giocampus
Parco Area delle Scienze 105/A, 43124 Parma
Vedi la mappa
Telefono: 0521 905568
Fax: 0521 1705161
Indirizzo mail: segreteria@giocampus.it
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la Normativa sui Cookie.   Leggi tuttoOk